CCNL commercio: i contratti in vigore nel 2018

Le aziende del settore Terziario (che comprende aziende del  commercio, distribuzione e servizi)    possono scegliere di aderire alle  diverse associazioni nazionali dei datori di lavoro,  che sono  Confcommercio, Confesercenti e Confederazione CIFA.   Confcommercio conta circa 700 mila imprese aderenti, mentre Confesercenti rappresenta più di 350mila PMI . 

Ciascuna organizzazione  stipula il proprio contratto collettivo nazionale  con le maggiori sigle sindacali CGIL, CISL e UIL, che a volte contrattano in maniera unitaria; altre volte, in passato, hanno firmato accordi separati.

I lavoratori al momento della firma devono sempre chiedere a quale associazione l'impresa aderisce e quindi a quale contratto devono fare riferimento  per essere correttamente informati dei loro diritti. Non va dimenticato infatti che i dipendenti dell'azienda aderente all'associazione datoriale  firmataria del contratto ,   sono soggetti alle previsioni del contratto   anche se non sono iscritti a nessun sindacato firmatario. 

Per la CONFCOMMERCIO  attualmente è  in vigore  il Contratto Collettivo Nazionale di lavoro  firmato il  30.3.2015 e in vigore dal 1.04.2015 – 31.7.2018 ; il contratto è stato   poi integrato e modificato da:  Accordo Integrativo 24/10/2016 e  Accordo Integrativo 26/09/2017.

Per la CONFESERCENTI  il rinnovo del contratto è stato firmato il 12.7.2016 ed è in vigore fino al 31.12.2017.

Riportiamo di seguito le tabelle retributive  dei minimi  per  i CCNL di Confcommercio e Confesercenti  in vigore dal 1.8.2017.

Dedicheremo  a breve un altro approfondimento al contratto CIFA CONFSAL Intersettoriale,  che è stato stipulato il  19/12/2016 per i settori del Commercio, Terziario, Distribuzione, Servizi, Pubblici Esercizi e Turismo con  Decorrenza: 01/07/2016 e Scadenza: 30/06/2019 (firmatari – CIFA, Confederazione Italiana Federazioni Autonome;- FEDARCOM, Federazione Nazionale Autonoma Rappresentanti, Commercianti, Operatori del Turismo, Artigiani e PMI; – UNITERZIARIO, Unione Imprenditori del Terziario; – UNIPMI, Unione Piccole e Medie Industrie; – CONFSAL, Confederazione Generale dei Sindacati Autonomi dei Lavoratori;  – FNA – CONFSAL, Federazione Nazionale Agricoltura;- SNALV – CONFSAL – Sindacato Nazionale Autonomo Lavoratori e Vertenze;.

Minimi contratto Confcommercio terziario (al 1.8.2017)

Minimi retributivi impiegati e operai dipendenti da aziende aderenti a CONFCOMMERCIO

livelli

paga base

1-8-2017

elemento aggiuntivo

indennità contingenza

indennità funzione

3° elemento

totale

Q

1.868,87

 

540,37

260,77

2,07

2.672,08

1

1.683,47

 

537,52

 

2,07

2.223,06

2

1.456,20

 

532,54

 

2,07

1.990,81

3

1.244,65

 

527,90

 

2,07

1.774,62

4

1.076,46

 

524,22

 

2,07

1.602,75

5

972,55

 

521,94

 

2,07

1.496,56

6

873,14

 

519,76

 

2,07

1.394,97

7

747,53

5,16

517,51

 

2,07

1.272,27

Minimi retributivi per gli Operatori di vendita dipendenti da aziende aderenti a CONFCOMMERCIO

livelli

paga base 1.8.2017

indennità contingenza

totale

1

1.016,15

530,04

1.546,19

2

851,49

526,11

1.377.60

 

Minimi contratto Confesercenti terziario (al 1.8.2017)

Minimi retributivi impiegati e operai dipendenti da aziende aderenti a Confesercenti

livelli

paga base 1/08/2017

elemento aggiuntivo paga base

indennità contingenza

indennità funzione

3^ ELEMENTO

totale

Q

1.896,64

540,37

260,77

2,07

2.699,85

1.708,48

537,52

2,07

2.248,07

1.477,83

532,54

2,07

2.012,44

3° 

1.263,14

527,90

2,07

1.793,11

4°           

1.092,46

524,22

2,07

1.618,75

986,98

521,94

2,07

1.510,99

886,12

519,76

2,07

1.407,95

758,62

5,16

517,51

2,07

1.283,36

Minimi retributivi operatori di vendita dipendenti da aziende aderenti a Confesercenti

livelli

paga base

1/08/2017

indennità

 contingenza

totale

1.031,25

530,04

1.561,29

864,16

526,11

1.390,27