Unità produttive: indicazione obbligatoria da aprile 2017

Nel Messaggio n. 1444 2017 l'INPS riassume le procedure  di gestione  anagrafica aziendale  nei flussi UniEmens  relative alle "Unità produttive" ai fini della concessione dei trattamenti di cassa integrazione,   in vista della decorrenza  compilazione obbligatoria  a partire dalle denunce contributive di competenza marzo 2017.

L' INPS  ricorda  innazitutto la differenza tra il concetto di unità operativa e  quello di unità produttiva, introdotta con il Jobs Act:

l' “Unità operativa” è  il luogo dove si svolge stabilmente l’attività lavorativa di uno o più dipendenti  oppure la sezione produttiva aziendale avente caratteristiche di omogeneità.

La “Unità produttiva”, invece è un concetto introdotto con la riforma degli ammortizzatori sociali operata attraverso il decreto legislativo n. 148/2015 del Jobs act   e riguarda le prestazioni di Cassa integrazione guadagni ordinaria e straordinaria ovvero ai Fondi di solidarietà . In questo senso :

"costituisce “Unità produttiva” lo stabilimento o la struttura finalizzata alla produzione di beni o all’erogazione di servizi che presenta congiuntamente i seguenti requisiti
a)   risulta dotato/a di autonomia finanziaria o tecnico funzionale, 
b)   è idoneo/a a realizzare l’intero ciclo produttivo o una fase completa dello stesso, 
c)   ha maestranze adibite in via continuativa.

La compilazione dell’elemento “Unità produttiva” è obbligatoria a partire dalle denunce di marzo 2017, anche in assenza di unità produttive, come chiarito nella circ. n. 9/2017). Pertanto, anche in questo caso, in presenza della sola sede principale di lavoro, coincidente o meno con la sede legale, dovrà comunque essere valorizzato con il valore “0” nel flusso UniEmens.

La circolare fornisce chiarimenti riguardo alcuni casi particolari  in cui la suddivisione tra unità operative e unità produttive non sia coincidente , e informa che sta realizzando sviluppi della Procedura di iscrizione , in modo da attribuire  automaticamente il codice identificativo dell’Unità operativa ad ogni sede di lavoro diversa da quella principale.  

Infine viene segnalato che  all'inizio del 2017  per favorire la gestione dei trattamenti CIG senza soluzione di continuità,  a tutte le Unità operative era stato attribuito anche il significato di Unità produttiva ma ora ogni azienda deve, controllare  la correttezza del risultato ed eventualmente  apportare le modifiche necessarie, eliminando le Unità produttive  o le Unità operative che non hanno i requisiti  richiesti.

 

Allegati: