Jobs Act: a marzo crescono i contratti a tempo indeterminato

Il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali ha pubblicato, il 23 aprile 2015, i dati relativi alle attivazioni e cessazioni di contratti, al netto del lavoro domestico e della pubblica amministrazione, riferiti al mese di Marzo 2015. I dati sono tratti dal sistema informativo delle Comunicazioni Obbligatorie del Ministero del Lavoro. Nel mese di marzo 2015 il numero di attivazioni di nuovi contratti di lavoro è stato pari a 641.572, con una crescita, rispetto allo stesso periodo del 2014 di circa 21mila unità. Tra i dati possiamo verificare un aumento dei rapporti a tempo indeterminato di circa 54mila unità ed una riduzione di rapporti di apprendistato di circa 4mila. Si riducono anche i rapporti di collaborazione da 48mila a 36 mila (12mila in meno) ed i rapporti a termine di circa 14mila unità. Ricordiamo che sulle assunzioni a tempo indeterminato grava, positivamente, l’esonero contributivo previsto dalla Legge di Stabilità 2015 ed il contratto a Tutele Crescenti del Jobs act.
Per quanto riguarda le cessazioni, risulta una riduzione di circa 21mila unità rispetto allo stesso periodo del 2014.