Contributi aziende agricole: niente lettera INPS

L'INPS ha ricordato  con il messaggio n. 3284 dell'11 agosto scorso la  scadenza  del 16 settembre 2017 per  il pagamento dei contributi previdenziali con il  modello F24 da parte dei  datori di lavoro agricolo .

L'istituto comunica inoltre una importante novità:  infatti gli imprenditori non riceveranno  come in passato  la lettera  con tutti i dati  ma dovranno reperire  le informazioni  dal portale INPS, nel proprio “Cassetto previdenziale aziende agricole”, direttamente oppure  tramite un intermediario abilitato.
.La novità , rispetto a quanto previsto dalla  legge 48/1988, è  già  utilizzata per i lavoratori autonomi agricoli. Come noto i datori di lavoro agricolo, fino ad oggi,   effettuavano ogni tre mesi  la denuncia dei dati occupazionali e retributivi degli operai  sulla base dei quali l'INPS calcolava  l'importo dovuto che veniva comunicato all’impresa interessata con lettera inviata a domicilio. A partire dalla prossima scadenza invece la comunicazione cartacea viene abbandonata definitivamente per passare alla gestione telematica.

La stampa specializzata ha evidenziato come questa novità  avrebbe forse meritato  modalità di comunicazione diverse e, soprattutto, un congruo periodo di preavviso. Le aziende agricole interessate   sono circa 200mila e  non solo dovranno  cercare organizzarsi nei tempi previsti (16 settembre 2017) ma dovranno  affrontare anche  dal 2018  il passaggio al sistema Uniemens.