Contratto poligrafici FIEG 2019

Lo scorso 19 dicembre 2018, Fieg-Asig ed i sindacati Uilcom-Uil, Fistel-Cisl, Slc-Cgil hanno siglato il testo definitivo del CCNL per i dipendenti da aziende editrici e stampatrici di giornali quotidiani e agenzie di stampa ( ex Contratto poligrafici) . Il rinnovo del contratto decorre dal 1° gennaio 2019 e scade il 31 dicembre 2019. La firma è giuta dopo un percorso di contrattazione complicato  volto a dare forza ad un  Contratto di filiera, "contenitore unico per più comparti (editoria, carta e stampa) strumento indispensabile per rafforzare il settore".

Il comunicato sindacale riepilogando le principali novità  introdotte afferma che :

"Tutte le norme di flessibilità introdotte, peraltro già presenti in tutti i contratti industriali, possono essere chieste solo nelle aziende dove non siano presenti accordi di Solidarietà e di Cassa Integrazione.  Inoltre vengono salvaguardati i godimenti dei riposi e festivi e vincolati ad un confronto con le RSU e tutti i livelli Sindacali per evitare unilateralità ed abusi gestionali.
Sostanzialmente rimangono invariate le strutture di orario con la sola variazione delle 36 ore effettive  per i lavoratori giornalieri e sono rimasti inalterati i 13 giorni di permesso ed il pagamento singolo di 2 festività godute. 
L’aumento salariale di 90 Euro garantito dal rinnovo e dall’Accordo tra le parti Istitutive del Fondo Casella produce un montante economico nei 20 mesi di oltre 1500 Euro al netto delle incidenze su tutti gli istituti per realizzare, dal 2020, un aumento medio a regime sul Reddito Annuo Lordo di oltre 2000 Euro che consentono di compensare ampiamente le differenze derivate dalle armonizzazioni  previste: sono previsti dei gettoni fissi al 100% a compensazione delle maggiorazioni dei turni, un
gettone fisso al 50% per l’incidenza domenicale sugli istituti ed è stata mantenuta la stessa maggiorazione dell’80% aggiunta all’indennità domenicale prevista dal Ccnl.
I benefici dei 120 Euro annui dell’Assistenza Sanitaria Collettiva “SALUTE SEMPRE” vanno  valorizzati e gli effetti per i lavoratori e le loro famiglie" .

I contenuti saranno discussi nelle prossime settimane nelle assemblee dei lavoratori con termine ultimo per l'approvazione  fissato al 30 marzo 2019.