Sportello Unico Dogane: SUDOCO tutte le regole nella determina delle Dogane

Con la Determinazione direttoriale 39493 del 28 gennaio 2022 delle Dogane e Monopoli (Adm) inizia il processo di realizzazione della piattaforma SUDOCO ai fini dello sportello unico doganale.

Nel documento doganale tutte le regole sul suo funzionamento.

Inizia così la creazione della struttura informatica che consentirà il dialogo tra operatori e Adm e tutte le altre autorità coinvolte.

Ricordiamo che il 10 novembre 2021 il Consiglio dei ministri, ha approvato, in esame preliminare, un regolamento, da adottarsi con decreto del Presidente della Repubblica, che introduce la disciplina dello Sportello unico doganale e dei controlli (SUDOCO).

Il 31 dicembre 2021 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.310 il Decreto del Presidente della Repubblica  29 dicembre 2021, n. 235 concernente il Regolamento recante disciplina dello Sportello unico doganale e dei controlli (S.U.Do.Co.)

Il Provvedimento entra in vigore il 15 gennaio 2022.

In generale, si prevede che l’Agenzia delle dogane e dei monopoli abbia il ruolo di coordinamento dei procedimenti e dei controlli per mezzo del portale SUDOCO, istituito presso l’Agenzia medesima. 

Il portale funge, in particolare, da strumento per la realizzazione dell’interoperabilità tra le amministrazioni e gli organi dello Stato, con riferimento alle attività procedimentali e ai controlli. 

I servizi messi a disposizione dal portale SUDOCO offrono agli operatori economici un’interfaccia unica per:
 •    l’attivazione dei procedimenti prodromici e dei controlli necessari all’entrata/uscita delle merci nel/dal territorio nazionale;
 •    la tracciabilità dello stato di avanzamento dei procedimenti e dei controlli;
 •    la verifica dell’avvenuta conclusione dei procedimenti e dei controlli;
 •    la consultazione dello stato di attivazione dell’interoperabilità tra i sistemi dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli e quelli delle amministrazioni coinvolte.

Il testo consente al sistema nazionale di proseguire nell’attività di adeguamento alle principali raccomandazioni emanate a livello internazionale in materia di facilitazione del commercio, con riferimento particolare alla trasmissione delle informazioni da parte degli operatori economici una sola volta (once only) attraverso un’unica interfaccia (single window) e alla necessità di eseguire i controlli contemporaneamente e nello stesso luogo (one stop shop), attraverso il dialogo telematico tra le amministrazioni e gli organi dello Stato coinvolti e gli operatori economici interessati, velocizzando l’espletamento delle procedure e dei controlli e rendendo trasparente l’azione delle amministrazioni cooperanti.