Cedolare secca 2020: qual’è l’aliquota?

La cedolare secca è un regime opzionale che consente alle persone fisiche di applicare ai redditi da locazione di immobili abitativi (e relative pertinenze) un'imposta sostitutiva al posto :

  • dell'IRPEF e delle relative addizionali;
  • dell'imposta di registro;
  • dell'imposta di bollo.

Il reddito assoggettato a cedolare è escluso dal reddito complessivo e pertanto su di esso non possono essere fatti valere oneri deducibili. Il reddito percepito deve essere tuttavia compreso nel reddito complessivo ai fini del riconoscimento della spettanza o della determinazione di deduzioni, detrazioni o benefici di qualsiasi titolo collegati al possesso di requisiti reddituali (come per esempio la determinazione dell’Isee).
 

La persona fisica che opta per la cedolare secca applica al canone di locazione annuo in misura integrale stabilito dalle parti nel contratto, l’aliquota pari al:

Aliquota Tipologia di contratto
10%  a canone concordato (3 anni più 2)
per studenti fuori sede (da 6 a 36 mesi)
transitori (da 1 a 18 mesi).
21% affitti brevi
a canone libero (durata 4 anni +4)

 

 

Lascia un commento