Certificato di malattia: quali sono gli obblighi del dipendente?

Qualora un lavoratore si assenti dal lavoro per motivi di salute, vi sono una serie di adempimenti da osservare per dimostrare la veridicità dello stato di malattia.
  1. Innanzitutto, il lavoratore è tenuto a richiedere al medico curante l’invio telematico all’INPS del certificato, per qualsiasi tipo di assenza (anche della durata di mezza giornata), entro il giorno successivo a quello in cui è iniziato l’evento, 
  2. deve trasmettere copia cartacea o identificativo di tale documento al datore di lavoro  entro due giorni
  3. Durante la malattia il lavoratore ha l’obbligo di essere reperibile presso il suo domicilio, inoltre, ha il dovere di cooperare all’effettuazione delle visite domiciliari, affinché consenta al medico l’immediato ingresso nell’abitazione. Qualora ciò non accada (per incuria, negligenza o altro motivo), il lavoratore decade definitivamente dal diritto al trattamento economico.
  4.  (L’obbligo non sussiste  nel caso di dipendenti pubblici se assenti per le seguenti cause:

  •  patologie gravi che richiedono terapie salvavita;
  •  infortunio sul lavoro riconosciuti dall’ Inail;
  •  malattie professionali, per le quali è stata riconosciuta dall’INAIL la Causa di Servizio;
  •  stati patologici sottesi o connessi alla situazione di invalidità riconosciuta.